Olive oil from Haute-Provence (AOC)Olive oil from Haute-Provence (AOC)

Olio di oliva

Mi dedico tempo > Olio di oliva

In Haute Provence (Alta Provenza), l’ulivo ha una vita adattata al clima mediterraneo, caldo e asciutto, crescendo su terreni che arrivano ad un’altitudine tra 400 e 600 m.

Siamo al limite settentrionale per la coltivazione dell’ulivo il che dà all’olio di queste regioni un sapore e un fruttato eccezionali. Ubicata nella Val de Durance e Bléone, la zona arriva anche nella regione di Forcalquier e della piana di Valensole. Nel sud-est della provincia, l’olivo cresce anche nel territorio di Entrevaux.

« L’aglandau » è la varietà di oliva che rappresenta la grande maggioranza del « Frutteto delle Alpi di Alta Provenza ». Esistono anche altre varietà locali meno numerose, che si chiamano: Filaïre, Estoublaïsse, Grappié, Colombale ed anche Rosée du Mont d’Or.

L’olio di oliva di Haute Provence (AOC)

Ilnostro obiettivo è la qualità.
Nata dall’originalità del suo territorio e dalla tipicità delle sue varietà, così come dal savoir-faire dei suoi frantoiani, l’olio di oliva di Haute Provence ha fatto attribuire alla professione un’A O C il 23 giugno 1999. È la terza AOC dopo quella del territorio di Nyons e dei Baux de Provence.

La zona di produzione delimitata dall’area dell’AOC Haute Provence comprende 95 comuni e quattro province, di cui 83 comuni si trovano nelle Alpi di Haute Provence.

olio di oliva

Les olivades : la raccolta delle olive

« È un piacere per le dita ed è un piacere per la mente. È il piacere di toccare le olive ben grasse e di averne le mani colme ». Jean Giono

La raccolta si pratica all’inizio del periodo di gelo, quindi dalla metà dell’autunno sino all’inizio dell’inverno. Si può fare sia a mano, sia tramite dei piccoli rastrelli (detti pettini) e delle reti allargate al suolo, oppure mediante macchinari di raccolta automatica.

Questi due metodi mostrano da un lato l’aspetto economico dell’oliva visto dai grandi stabilimenti, è dall’altra una tradizione vissuta ogni anno da piccoli produttori privati per i quali la fine della raccolta è sinonimo di festa e di riunione intorno ad una pietanza di aïoli ben meritata (piatto tipico provenzale composto di maionese, aglio, verdure bollite, baccalà)

I frantoi

Qualunque sia l’attrezzatura, dai frantumatori a martello o a disco, ai sistemi di centrifuga, l’olio conserva la sua originale proprietà che è quella di un puro succo di frutta.

Alcuni frantoi hanno conservato metodi tradizionali di frantumazione, si vedano ad esempio le macine in pietra, in speciale modo lo spremitore Victor COQ detto a cappella, molto diffuso in Provenza a partire dal XVIII secolo.

oliva

Per saperne di più

L’olio di oliva di Haute Provence (AOC) : www.aochuiledolive-hauteprovence.com

Pin It on Pinterest