Trekking su lunga distanza per gli itinerari dei sentieri delle Alpes de Haute Provence.Trekking su lunga distanza per gli itinerari dei sentieri delle Alpes de Haute Provence.

Trekking su lunga distanza

Non credevo di saperlo fare > Trekking > Trekking su lunga distanza

Trekking su lunga distanza per gli itinerari dei sentieri delle Alpes de Haute Provence.

 

Rifugio d’arte “Refuge d’Art Andy Goldsworthy”

“Refuge d’art” è un itinerario di trekking di 150 km proposto dall’artista di fama internazionale Andy Goldsworthy.

Esso associa arte contemporanea, trekking e patrimonio rurale attraverso la più grande riserva geologica d’Europa.

Rifugio d'arte "Refuge d'Art Andy Goldsworthy"

I trekking della Route Napoléon

Inaugurati nel 2015 per il bicentenario 1815-2015, le Randonnées de la Route Napoléon sono sentieri di trekking sui passi di Napoleone nelle Alpes de Haute Provence.

L’itinerario della “Route Napoléon à pied” è un sentiero di Grande Randonnée, trekking su lunga distanza, (GR®406) di 165 km, che collega Grasse (Alpes-Maritimes) a Sisteron (Alpes de Haute Provence).

L’itinerario della “Route Napoléon à cheval” è un sentiero di escursione equestre di 360 km, segnalato e sistemato per i cavallerizzi, che collega Grasse (Alpes-Maritimes) a Vizille (Isère).

route Napoléon ©FIB.NL

I cammini di pellegrinaggio di Santiago de Compostela e di Roma – GR® 653D

GR®653D (Trekking segnalato in bianco e rosso) : Tracciato lungo la via Domitia, che collegava Roma alla Spagna, il cammino di Santiago di Compostela attraversa le Alpi di Alta Provenza dall’Italia, 145 km da Venterol a Cereste, per un itinerario che è un susseguirsi di bellissimi luoghi e monumenti.

I cammini di pellegrinaggio di Santiago de Compostela e di Roma

 

Circuito Retrouvance® Haut-Verdon – Val d’Entraunes

Un trekking di sei giorni, immerso nella natura, tra laghi di alpeggi e boschi di larici nel cuore del Parco Nazionale del Mercantour.

6 giorni di trekking

Dal villaggio di Peyresq, a 1525 m di altitudine, raggiungibile con il pittoresco treno delle pigne, al lago d’Allos, il più vasto lago di altitudine d’Europa, sei giorni di trekking che ti permetteranno di attraversare luoghi segnati dalle attività tradizionali come la pastorizia o la gestione forestale.

Passare la notte nei posti di ristoro forestali dell’ONF.

Apprezzerai l’ottimo livello di comfort dei quattro posti di ristoro forestali isolati in piena montagna, tra i 1704 e 2050 m di altitudine. Rinnovati con gusto nella tradizione di montagna, sono esclusivamente riservati al gruppo di escursionisti di questo circuito.

ristoro forestali Fruchière Colmars-les-Alpes

Il GR®4 detto il « provenzale » (410 km)

Dall’entroterra della città di Grasse sino alla valle del Rodano, vi offre tutti i migliori paesaggi provenzali. Arriva fino al corso del Verdon dove supera il grande canyon passando dal celebre « sentiero Martel ».

Per poi continuare, una volta superate le immense colture di lavanda della piana di Valensole, attraverso le colline di Manosque e del Parco Naturale Regionale del Luberon e arrivare infine al Monte Ventoux.

lavanda

 

La Grande Traversée des Préalpes (Grande traversata delle Prealpi) – GTPA 190 km

Allo stesso modo della Grande Traversée des Alpes, Grande traversata delle Alpi, sua “sorella maggiore”, questo percorso di trekking collega dall’ovest all’est, Sisteron, Digne-les-Bains e Entrevaux.

Qui, la montagna si è fatta più dolce, più accogliente, più umana. Boschi, altipiani, alpeggi e villaggi propongono le loro caratteristiche per il più grande piacere degli escursionisti.

Questa traversata della Haute-Provence di 9 giorni, può essere frammentata come si vuole poiché gli accessi ferroviari e stradali sono numerosi e agevoli.

In particolare è possibile percorrere Sisteron – Digne-les-Bains in 3 giorni (con il ritorno in autobus), e Digne-les-Bains – Annot o Entrevaux in 5 o 6 giorni (con il ritorno con il treno delle pigne).

La Grande Traversée des Préalpes (Grande traversata delle Prealpi) – GTPA 190 km ©AD04/GBe

Le Torri di Lure « Nel paese di Giono »

La lunga cresta della montagna di Lure costituisce un’impressionante barriera naturale. La pittoresca valle del Jabron convoglia i torrenti del suo ripido versante nord. Il costone soleggiato della montagna offre invece un paesaggio in cui l’importanza dell’occupazione umana e l’area agricola si accentuano poco a poco.

La regione intorno a Forcalquier, incastonata da numerose vallate, mostra paesaggi assai vari, ad immagine dei magnifici villaggi caratteristici che la costituiscono: Simiane la Rotonde, Banon, Mane, Ongles, Saumane, Saint Etienne Les Orgues.

 

Le Torri di Lure « Nel paese di Giono »

Il paese del Viso: tra Francia e Italia.

A cavallo sulla frontiera italo francese, per una quarantina di km, si trova questa zona delle Alpi adatta al trekking su circuiti attrezzati.

La frontiera coincide in questo posto con la linea di separazione delle acque e serpeggia tra il valico di Larche e il valico del Longet, nelle valli dell’Ubaye e dell’Ubayette.

Il paese del Viso: tra Francia e Italia ©Théo Giacometti

Il sentiero GR®6 : dall’Ubaye al Luberon

Scendendo dalla Haute Ubaye, offre lo spettacolo dell’alta montagna laddove il sentiero supera il colle della Pare a 2655 m. di altitudine.
Lascia mano a mano rocce e alpeggi per raggiungere le foreste delle valli della Blanche e del Vançon.
A partire da Sisteron sono i paesaggi e i profumi dell’Alta Provenza che costituiranno il prosieguo del percorso per finire con la traversata della montagna di Lure tanto cara a Giono.

Sisteron ©T. Verneuil

Le Torri di Haut Verdon

L’alta valle del Verdon, a monte del gran Canyon, appartiene senza ombra di dubbio al dominio alpino. Essa è circondata ad ovest dalle cime dell’alta Bléone e comunica a nord con la valle dell’Ubaye, oltre le alte creste del valico di Allos.

Ad est, per finire, si possono notare il lago di Allos e il monte Pelat (a 3050 m, è il più facile dei cosiddetti “3000 alpini”), gioiello del Parco nazionale del Mercantour.

il lago di Allos gioiello del Parco nazionale del Mercantour

Il trekking italo-francese da Digne-les-Bains a Cuneo

Il territorio che vi invitiamo a scoprire ed a percorrere a piedi è una zona di alta montagna a dimensione umana, corrispondente alla parte orientale delle Alpi di Alta Provenza e alla parte occidentale della provincia di Cuneo.

È una vasta area montagnosa alpina, costituita da otto valli abitate tutto l’anno, suddivise sui due versanti della frontiera.

Estrop rifugio vicino a Digne-les-Bains

Il GR®56 Tour de l’Ubaye

(145 km, con segnalazioni bianche e rosse) : Dai colli ai laghi, scoprite il patrimonio del Parco del Mercantour e dell’Ubaye.

In un ambiente eccezionale dalla verdeggiante natura, attraversate in sei giorni molti villaggi tipici dove potrete pernottare in rifugi e alloggi di sosta.

Allos

Il massiccio de Monges

Il massiccio de Monges è teatro di una ricchezza naturale e geologica incredibile. Vari sentieri segnalati permettono di scoprire in uno o in sei giorni i paesaggi di quest’area suddivisa tra cinque comuni da non perdere: Authon, Bayons, Barles, Auzet et Selonnet.

La Routo GR®69, sui sentieri della transumanza

La Routo, 500 km sui sentieri della transumanza, di cui 250 km nelle Alpes de Haute Provence, dalle pianure di bassa Provenza sino alle valli alpine del Piemonte.

 

Pin It on Pinterest